SUPSI L'università dell'esperienza
2024/4/Diritto tributario italiano/La riforma dell’IRPEF: frammentaria e transitoria
Simona Zangrandi, Andrea Di Bartolomeo (2024) La riforma dell’IRPEF: frammentaria e transitoria. Novità fiscali (4) pp. 218-221 ISSN 2235-4573
Diritto tributario italiano
04/2024

La riforma dell’IRPEF: frammentaria e transitoria

La Legge delega sulla riforma IRPEF e la sua parziale e transitoria attuazione

Simona Zangrandi
Simona Zangrandi

Dottore commercialista e revisore contabile
ODCEC Milano
Studio Biscozzi Nobili & Partners di Milano

Andrea Di Bartolomeo
Andrea Di Bartolomeo

Dottore commercialista e revisore contabile
ODCEC Milano
Studio Biscozzi Nobili & Partners di Milano

Un sistema fiscale equo dovrebbe essere nel suo complesso un insieme coerente di istituti e procedure non discriminatorio basato su principi economici semplici e trasparenti, nonché costruito al fine di ottenere il gettito desiderato in modo efficiente con una minimizzazione dei costi amministrativi. Nella realtà, un sistema fiscale con tali caratteristiche è illusorio. Infatti, il sistema tributario italiano oggi presenta molteplici criticità, in quanto frammentato da una serie di modifiche ed interventi che si sono stratificati nel tempo condizionati dalla globalizzazione economica e dalla concorrenza fiscale che ne è seguita, dal mutato clima culturale nella gestione delle economie, dallo sviluppo della finanza e dell’economia del web. È in tale contesto che si innesta il progetto di riforma del Governo. Un progetto ampio ed ambizioso che si pone come obiettivo un’organica revisione del sistema tributario per giungere ad un assetto semplice e trasparente, evitando ogni discriminazione arbitraria tra i contribuenti, migliorando i rapporti tra Amministrazione finanziaria e contribuenti, che riduca sensibilmente l’evasione fiscale e favorisca una crescita economica.

Condividi sui tuoi social: