SUPSI L'università dell'esperienza
2023/9/IVA e imposte indirette/Accordi transattivi ed IVA, un istituto civilistico (ingiustamente) imponibile
Domenico Stranieri (2023) Accordi transattivi ed IVA, un istituto civilistico (ingiustamente) imponibile. Novità fiscali (9) pp. 556-561 ISSN 2235-4573
IVA e imposte indirette
09/2023

Accordi transattivi ed IVA, un istituto civilistico (ingiustamente) imponibile

Analisi ragionata della prassi e della giurisprudenza nazionale sugli accordi transattivi ai fini dell’imposta sul valore aggiunto

Domenico Stranieri
Domenico Stranieri

Avvocato,
Esperto in IVA e imposte indirette
STS Deloitte Milano

Le posizioni della Agenzia delle Entrate e della giurisprudenza nazionale circa la rilevanza IVA delle somme pattuite in relazione ad un accordo transattivo risultano convergere. Ciò, nonostante il fatto che tali somme pattuite, rispetto al rapporto originario tra le parti, assumano non solo natura sostanzialmente risarcitoria, ma pecchino dell’elemento fondamentale alla base dell’imposta ossia del “consumo”.

Condividi sui tuoi social: