Introduzione

Neppure l’arte sfugge alle attenzioni del fisco. Non a caso, questo numero estivo di Novità fiscali si apre con due interessanti contributi dedicati ai risvolti fiscali del collezionismo.

Nel primo, Stefano Grisanti si confronta con le varie imposte con cui deve fare i conti chi acquista, vende e colleziona opere d’arte. Nel secondo, Martina Danz e Jérôme Heumann ci introducono ad una nuova forma di collezionismo, che ha per oggetto gli NFT, ovvero i “token digitali non fungibili”, la cui diffusione sul mercato ha a sua volta interessato le autorità fiscali. Passando alla rubrica dedicata alla fiscalità italiana, Francesco Baccaglini ci illustra il contenuto e la portata di due recenti risposte fornite dall’Agenzia delle Entrate ad altrettante istanze di interpello, concernenti la tassazione delle rendite del secondo pilastro previdenziale svizzero (LPP), percepite da un residente italiano. Non trattano temi strettamente fiscali, ma ci avviano alla conoscenza di una nuova categoria di fondi d’investimento, Jean-Claude Spillmann, David Violi e Alessandro Pulvirenti. Il Limited Qualified Investor Fund (L-QIF) è stato appena introdotto nella Legge federale sugli investimenti collettivi di capitale (LICol), anche se le relative norme entreranno in vigore nel 2023. Infine, il nostro direttore scientifico Samuele Vorpe ci espone le principali motivazioni di una sentenza, con la quale il Tribunale federale ha riconosciuto il diritto del Canton Vaud di ottenere il pagamento retroattivo di tutte le imposte, da parte di una società che aveva ottenuto un’esenzione fiscale decennale, ma che non aveva rispettato la condizione di rimanere attiva nel Cantone dopo la fine dell’agevolazione.

Buona lettura!

Andrea Pedroli

Continua


La tua donazione a NF è deducibile. Contribuisci anche tu e sostieni il progetto!

Sapevi che le donazioni alle riviste scientifiche, come Novità fiscali, sono fiscalmente deducibili se superiori a 100 CHF per chi risiede in Svizzera?

Nonostante la rivista possa contare su professionisti che condividono il proprio sapere a titolo gratuito (chi nella redazione di articoli in qualità di autori, chi nella revisione dei testi in qualità di membri del comitato scientifico dei revisori e chi nella progettazione e nella definizione dei contenuti), l'investimento in termini di risorse finanziarie non è indifferente.

Continua a leggere

Partners

Questo sito utilizza cookies di terze parti per l’analisi dei dati e per offrire la miglior esperienza di navigazione possibile.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando sul pulsante accetto o scorrendo questa pagina, accetti i termini della nostra privacy policy.

Accetto